Sabato, Dicembre 16, 2017

Festival 2013/2014

Richard Wagner

(1813-1883)

Die Meistersinger von Nürnberg

Vorspiel

 

(trascrizione Edwin. Lemare)

 

 

 

Prélude de Tristan et Mort d’Isolde

 

(trascrizione Jacques Bouteiller)

 

 

Giuseppe Verdi

(1813-1901)

Otello

 

Ave Maria

(trascrizione Jean-Paul Imbert)

 

 

 

Aida

 

Coro e Marcia trionfale

 

(trascrizione Edwin Lemare)

 

 

Max Reger

(1873-1916)

Fantasia sul Corale “Straf mich nicht in deinem Zorn”  Op. 42

 

 

Sergei Rachmaninov

(1873-1943)

Preludio in Sol minore

 

Vocaliste

 

 

Alla marcia  (Suite n. 2 per due pianoforti)

 

(trascrizione Jean-Paul Imbert)

JEAN-PAUL IBERT

Nato nel 1942 a Clermont-Ferrand, dove ha iniziato gli studi di pianoforte e organo, ha completato la propria formazione musicale a Parigi con P. Cochereau e quindi con J. Guillou del quale è stato, dal 1971 al 1993, assistente all’organo della chiesa di Saint-Eustache.

Si produce in concerto essenzialmente in Europa nell’ambito di prestigiosi festival quali quelli di Caen, Chartres, Radio-France, Ravenna, Torino, Messina, Cambridge, Roquevaire, Bordeaux, Mosca, Passau, Fribourg in Brisgau, Danzica-Oliwa, Portsmouth, Losanna. La sua maestria nello sfruttare al massimo le caratteristiche coloristiche di ogni strumento gli è valsa ovunque l’ammirazione del publico a cui si rivolge.

Nel 1982 è stato nominato professore alla Schola Cantorum di Parigi e insegna regolarmente anche a Bad-Rippoldsau nella Foresta Nera.

Dal 1988 è l’animatore di uno stage internazionale d’introduzione e perfezionamento organistico che si tiene ogni estate sul celebre organo dell’Alpe d’Huez, strumento del quale Jean-Paul Imbert è anche titolare dal 1993. Tra il 1997 e il 2006 è anche stato organista titolare della chiesa parigina di Notre Dame du Perpétuel Secours.

Le sue registrazioni su strumenti famosi tra i quali quelli di Saint-Eustache di Parigi, della Tonhalle di Zurigo, di Saint-Sernin a Tolosa o dell’Alpe d’Huez hanno attirato su di lui l’interesse e gli elogi della critica specializzata così come i concerti e le incisioni in duo con strumenti diversi per i quali egli ha elaborato numerose trascrizioni e alcune opere originali. Fervente interprete di Bach egli ha però al suo attivo un vasto repertorio, del quale dona sempre una restituzione viva e piena di colore, e un nutrito corpus di trascrizioni da opere di Prokofiev, Rachmaninov, Grieg, Liszt, ecc.

Nel 2010 è stato nominato dal Ministro della Cultura francese Officier des Arts et Lettres.

×
coockies

Questo sito utilizza coockies per la normale navigazione. Non raccoglie informazioni a scopo pubblicitario e non tiene traccia dei visitatori. Chiudendo questa finestra accederai semplicemente alle pagine del sito.